102

DONAZIONE DI SANGUE E PLASMA CON CRI LOMAZZO

Croce Rossa Italiana promuove, sul territorio nazionale, la donazione di sangue e plasma, del midollo e di organi, tessuti e cellule.

 


Il Comitato CRI di Lomazzo è da sempre particolarmente sensibile alla tematica della donazione e organizza periodicamente incontri pubblici per la promizione della donazione volontaria.

Ha inoltre costituito, al proprio interno, uno Staff di persone che collaborano con il Direttore Sanitatario e gestiscono le donazioni di sangue o plasma ad opera dei soci o di persone non appartenenti all'associazione.

Per diventare un donatore periodico, quindi avere la possibilità di mantenere continuamente sotto controllo il proprio stato di salute oltreché  avere effettuato un atto di solidarietà importate, basta contattare il Comitato C.R.I. di Lomazzo allo 0296370880 per ricevere tutte le informazioni necessarie oppure inviare una email al seguente indirizzo: donatori.sangue@crilomazzo.org

  

La Donazione

Le norme che regolano il ServizioTrasfusionale Italiano sono contenute  nella Legge 21 Ottobre 2005 n. 219:"Nuova disciplina per le attività trasfusionali e della produzionenazionale degli emoderivati", (pubblicata sulla GU, Serie Generale, Numero251 del 27 Ottobre 2005).  I Regolamenti attuativi della stessa, sono codificati da due Decreti del Ministero della Salute del 3 Marzo 2005:"Protocolli per l'accertamento della idoneità del Donatore di sangue e diemocomponenti. Caratteristiche e modalità per la donazione di sangue e diemocomponenti" (pubblicati sulla Gazzetta Ufficiale, Serie Generale,Numero 85 del 13 Aprile 2005), in attuazione della Direttiva 2004/33/CE dellaCommissione Europea del 22 Marzo 2004. Ulteriore normativa sull'argomento è ilDecreto Legislativo Numero 191 del 19 Agosto 2005: "Attuazione delladirettiva 2002/98/CE che stabilisce norme di qualità e di sicurezza per laraccolta, il controllo, la lavorazione, la conservazione e la distribuzione delsangue umano e dei suoi componenti" (pubblicato sulla GU, Serie Generale,Numero 221 del 22 Settembre 2005).

Prima di donare, occorre sapere quanto segue:

  • Età: 18 – 65 anni, 60 anni se si dona per laprima volta;
  • Peso: almeno 50 Kg.;
  • Intervallo tra una donazione e l’altra 90giorni, quindi max 4 volte l’anno;
  • Le donne, in periodo fertile, limite di 2volte l’anno.

La sera prima della donazione del sangue effettuare un pasto normale, senza eccessi. È indispensabile il digiuno da almeno 8 ore.
 
Al mattino è ammesso solo un caffè, un the, un succo di frutta. Sonoassolutamente vietati il latte e derivati del latte e cibi solidi.
 
Sono ammessi a donare:

  • microcitemici (se l’emoglobina è sufficiente) 1 volta l’anno
  • con assunzione di pillola contraccettiva e la terapia sostitutiva per la menopausa
  • assunzione di Eutirox (valutazione del Medico trasfusionista)
  • gli stranieri da almeno sei mesi in Italia

Per diventare Donatore di sangue della Croce Rossa Italiana è semplicissimo basta:

  • Aver compiuto 18 anni;
  • Pesare almeno 50 kg;
  • Recarsi ad un Centro Trasfusionale convenzionato con la C.R.I.

 

Le Diverse Donazioni

Donazione di sangue intero

Una donazione di sangue intero(450 gr.) dura circa 15 minuti. Oggi il sangue intero viene utilizzato quasiesclusivamente per la produzione degli emocomponenti (plasma, piastrine,globuli rossi). Si può donare sangue intero ogni 3 mesi per i maschi e le donnenon in età fertile, ogni 6 mesi per le donne in età fertile, l’intervallo tradue donazioni non può essere inferiore a gg. 90).

Donazione del plasma (plasmaferesi)

Una donazione di plasma dura circa 45 minuti. Unseparatore cellulare mediante una cannula (l’ago che viene inserito invena),  permette di separare  ilplasma dalle cellule del sangue, che vengono reinfuse nel circolo sanguigno.Vengono prelevati circa 500 ml di plasma ed il tempo di donazione dipende dalflusso di sangue del singolo individuo: tanto più è veloce il flusso di sanguetanto meno dura la donazione. Il recupero del volume ematico è immediato e perrecuperare le sostanze come le proteine che si trovano nel plasma si impieganopochi giorni. Secondo la legge italiana si può donare il plasma ogni 14 giorni.

Donazione le piastrine (piastrinoaferesi)

Una donazione di piastrine dura all’incirca un’ora emezza. Il procedimento è simile a quello della plasmaferesi: un’apparecchiaturasepara la parte corpuscolata dal plasma ed estrae da questa le piastrine chevengono raccolte in un apposita sacca. Il plasma, i globuli rossi e i globulibianchi vengono reinfusi al donatore. È possibile effettuare fino a 6piastrinoaferesi l’anno.

Donazioni multiple di emocomponenti grazie ai separatori cellulari:

Può essere ad esempio unadonazione di plasma e globuli rossi (eritroplasmaferesi), una donazione diglobuli rossi e piastrine (eritropiastrinoaferesi), una donazione di piastrineraccolta in due sacche, una donazione di plasma e piastrine (plasmapiastrinoaferesi) e doppi rossi.

 

GLI INTERVALLI TRA QUESTE DONAZIONI E LE CARATTERISTICHE DEL DONATORE SONO DIVERSE A SECONDA DELLA DONAZIONE.